Sempre+Light - Prodotti, offerte, notizie

Notizie

Black Friday

martedì 16 ottobre 2018

Solo venerdì 16 novembre sconti speciali per acquisti in negozio del 30, 40 e 50%

Articoli

Programma Sempre+Light

martedì 16 ottobre 2018

Voglia di leggerezza

Cosa ci spinge ad iniziare un percorso per abbandonare il sovrappeso?

Per prima cosa bisogna rendersi conto che l’obbiettivo di combattere il sovrappeso non può essere solo estetico, non dobbiamo abbandonare i chili di troppo per la prova costume. L’obbiettivo principale deve essere il benessere e il miglioramento della qualità di vita. Il desiderio di leggerezza è qualcosa che nasce da dentro, dalla nostra mente e che trova nel corpo la sua rappresentazione.

I motivi che portano al sovrappeso sono svariati, la grande disponibilità di cibo, tanti alimenti ipercalorici a basso costo, la scarsa informazione e i media che spingono al consumo. Aggiungiamo lo stress di una vita piena che spesso non lascia spazio al movimento, al contatto con la natura e in generale a noi stessi.

Tu sei molto più bella di quello che pensi

Non siamo tutte uguali, le modelle che vediamo sulle riviste o in televisione si sottopongono a diete estreme e spesso vengono ritoccate con Photoshop o dal chirurgo. Ma è anche vero che la maggior parte di loro ha una costituzione esile. Viceversa, ci sono persone più robuste, con un’ossatura più grossa e con la tendenza a prendere peso più facilmente, a prescindere dalle abitudini alimentari.

Accettare le proprie caratteristiche estetiche deriva dal livello di conferme affettive e personali ricevute nel proprio passato. In particolare, il senso di inadeguatezza o rifiuto che si è vissuto nelle esperienze significative, come quelle coi propri genitori o con i coetanei, permette, ai modelli sociali della bellezza di influenzare la propria autostima.

Sentirsi belli equivale a sentirsi amati

Passaggio fondamentale nel percorso di miglioramento di noi stessi è l’accettazione delle proprie caratteristiche fisiche. Percorso che passa dall’amore per se, affrontare le ferite affettive e relazionali per rivedere il rapporto con noi stessi in modo da poter rimarginare il rapporto col nostro corpo.

L’intenzione

Ogni azione parte da un intenzione, è quindi la motivazione al cambiamento che fa da motore per arrivare dove si vuole andare.

Per arrivarci è poi fondamentale seguire un percorso. La strada non è semplice e nemmeno breve, occorre lavorare insieme ad un team che si prenda cura della persona nella sua globalità.

Ne consegue che non può esistere una singola risposta ad un problema così complesso. Non può bastare né la dieta né lo sport a vincere il sovrappeso se non si vanno a smontare tutti i sistemi di auto sabotaggio.

Perché il cambiamento delle abitudini passa dalla capacità di controllarsi che si raggiunge sostituendo la dieta con la regola che prevede anche la trasgressione. Una trasgressione che va preventivamente programmata.

Sperimentare il piacere dell’autocontrollo permette di vincere i fallimenti e sconfiggere i sensi di colpa.

 Coccoliamo il nostro corpo

Facciamo finta che il nostro organismo sia un altra persona. Come ci comporteremmo se volessimo farla star bene?

Prendiamo del tempo per noi stessi, andiamo a farci un massaggio o un trattamento rilassante. Ancora prima di iniziare il percorso dimagrante, iniziamo con le coccole per noi stessi.

Il programma Sempre+Light prevede un percorso integrato tra alimentazione, movimento, trattamenti estetici e supporto motivazionale. Per sentirsi finalmente:

Più leggera per sempre!

Pelle e Psiche

martedì 16 ottobre 2018

Correlazione tra malattie della pelle ed emozioni

E’ di comune riscontro clinico che esiste una componente emozionale in molte malattie della pelle.
In alcune di queste appare più evidente, e sono i casi delle dermatosi psicosomatiche, come: Orticaria, dermatite atopica, alopecia areata, psoriasi ecc.

Orticaria Cronica

Si tratta di una dermatosi caratterizzata da pomfi di varie dimensioni, eritematose e irritanti ma di breve durata. Può essere causata da allergie, alimentazione o contatto con sostanze anche semplici come l’acqua.
Nel 30-40% delle orticarie la componente emotiva ha un ruolo scatenante o aggravante.
Le persone più soggette a questo tipo di dermatosi sono quelle molto ansiose, le iperemotive, le insicure ma anche quelle irritabili e aggressive.

Alopecia Areata

La perdita di capelli è un affezione ereditaria che interessa dal 50% al 70% delle persone, anche se vede una maggior presenza nel sesso maschile può presentarsi anche nelle donne, particolarmente dopo una gravidanza o in menopausa.
In questa patologia anche lo stress può essere un fattore aggravante o precipitante della caduta. In questo caso il disagio psicologico è dovuto al problema fisico.
La conseguenza della perdita dei capelli si traduce in Ansia.

Iperidrosi

L’eccessiva sudorazione è causata da una errata termoregolazione ma è strettamente influenzata dall’emotività. Generalmente il problema dell’iperidrosi inizia nell’infanzia e nell’adolescenza e si protrae per tutta la vita.
L’ansia ed il nervosismo sono aggravanti e possono scatenare un attacco di sudorazione. Probabilmente questo è il motivo per cui la maggior parte dei soggetti colpiti soffre di ansia e nervosismo.
Sembra inoltre che ci siano emozioni che, più di altre, aggravino la sudorazione. Le principali sono: paura, rabbia, vergogna, dolore ma anche desiderio o eccitazione.

Dermatite Atopica

Nei bimbi di solito si manifesta con prurito, eritema, desquamazione e croste, normalmente sulle guance. Anche la crosta lattea, che dapprima compare sul capo, può estendersi alle guance e creare gli stessi inconvenienti.
Negli adulti l’eczema si manifesta prevalentemente nelle pieghe delle giunture, sul viso, collo, nuca e torace.
La malattia è notevolmente influenzata da, fattori ambientali (allergeni, pseudoallergeni), fattori psichici e peggiora in inverno e primavera.
In molti casi è stata riscontrata la forte influenza del proprio ambiente familiare, soprattutto è risultato significativo il rapporto con la madre.

Acne

La pelle è un vero e proprio organo. Lo strato più esterno si chiama epidermide. Il derma è lo strato intermedio e contiene importanti strutture di sostegno come il collagene. Da qui nascono i peli e le ghiandole sebacee da cui origina l’acne. Sotto questi tessuti si trova il sottocutaneo.
Ogni pelo ha annessa una ghiandola che produce sebo, cioè il grasso che rende elastica la pelle e che la protegge.

Se la nostra pelle produce sebo in eccesso, si accumula nella ghiandola. Verso i 10 – 12 anni di età, è massima la produzione di sebo, ed è anche il momento in cui l’acne esplode.
Le caratteristiche più comuni su una pelle con acne sono:
• Seborrea: aumentata untuosità della pelle
• La presenza di punti neri o comedoni
• La presenza di foruncoli infiammati e di pus
Sono note a tutti le componenti somatopsichiche legate all’acne, e spesso si è parlato di come questa manifestazione possa condizionare lo sviluppo della personalità del giovane.
I sentimenti più diffusi si possono riassumere in ansia, tensione ed autosvalutazione fino alla riduzione dei contatti con gli altri e soprattutto con l’altro sesso fino ad arrivare, in certi casi, all’isolamento.
Esiste poi un caso paradossale nel quale l’acne sia un motivo di sollievo, un alibi che permette alle persone molto ansiose di isolarsi.

Psoriasi

È una malattia infiammatoria cronica della pelle, non infettiva né contagiosa, solitamente di carattere cronico e recidivante. Origina da vari fattori, che possono essere autoimmunitari, genetici o ambientali.
Si presenta con chiazze eritematose e squamose soprattutto nel gomito e nel cuoio capelluto ma possono presentarsi su tutto il corpo.
Si ipotizza un origine psicosomatica e sicuramente ha una conseguenza emozionale.
L’ipotesi è che “la protesta” e l’aggressività si esprimano col linguaggio del corpo e sia in queso caso la cute a rivendicare la protesta dell’IO.

Conclusioni

Oggi è sempre più evidente che la pelle svolga, oltre al ruolo fisico un importante compito di ambasciatore della persona. Data la sua visibilità è comprensibile come si presti facilmente a essere uno specchio dell’anima.
Per questo motivo quando si ha a che fare con una malattia della pelle, occorre considerare più fattori. Perché raramente c’è una causa unica, e il delicato equilibrio mente e corpo ha il ruolo fondamentale.
I trattamenti estetici più adatti, sono quelli che vanno ad agire sul rilassamento della persona. Per questo motivo il massaggio ha un ruolo predominante. Molto importante è poi la Location, dove musica e colori giocano una parte fondamentale. L’aromaterapia usa gli oli essenziali utili per risolvere problemi e disturbi a livello sia fisico che psicologico.

Il Bamboo massage, il massaggio con rilassamento guidato e il back to relax sono trattamenti elettivi per combattere lo stress, l’ansia e tutti quei fattori scatenanti o aggravanti delle malattie cutanee.

Collaborazione

Apertura Nuovi Centri

martedì 16 ottobre 2018

Sempre+Light ha creato un nuovo metodo di approcciarsi al rimodellamento corporeo e cerca imprenditori ed esetetiste per aprire nuovi centri